IL NUMERO D’ORO: CRITERIO DI BELLEZZA UNIVERSALE

"Le cose che sono dotate delle proporzioni corrette deliziano i sensi."
San Tommaso d'Aquino (1225-1274)


Fenomeni naturali diversi come la disposizione di un girasole, la spirale del guscio del nautilo o le braccia della Via Lattea hanno in comune una regola geometrica di armonia. Conosciuta fin dall'antichità, si trova nell'architettura come il Partenone o la Grande Piramide. È anche presente nel lavoro di grandi artisti come Leonardo da Vinci.


Questa regola geometrica di armonia è definita da un numero, il "numero d'oro", del valore di 1. 6180339887. Definisce la "proporzione divina" o "proporzione d’oro".

 

L'uso del numero d'oro ha permesso di mappare il volto umano. Inoltre le proporzioni del viso si avvicinano del rapporto aureo, 1.618 e più sono perfette, cio che rende una persona piacevole e piacevole alla vista che la guarda.
Ci sono diversi rettangoli “dorati” sul volto della Gioconda.

Numero d'oro La Joconde
Numero d'oro La Joconde

Analizziamo il volto da 12 punti inclusi gli occhi, il naso, il mento, la bocca, le sopracciglia, la mascella e la forma del viso.

 

Un volto sarà considerato "matematicamente" bello se i diversi rapporti del suo volto rispettano il rapporto aureo.
Una bussola di armonia viene utilizzata come strumento per verificare la presenza del rapporto aureo.

L'utilità di queste misure è quella di correggere armoniosamente un viso per migliorarne la bellezza e l'attrattiva grazie al rapporto aureo. Questo aiuta a rispettare l'equilibrio generale del viso. Pertanto, le aree che devono essere corrette evitando qualsiasi forma di standardizzazione sono definite con precisione.

 

L'uso di prodotti riassorbibili (da 16 a 18 mesi) consente a ciascuna sessione di modulare le zone e le quantità iniettate in base alle variazioni relative all'invecchiamento o alle variazioni di peso.

Il numero d'oro - Dr Antoni medico Monaco